INTERCESSORI
DAVANTI AL CROCIFISSO

Nelle nostre cappelle San Giovanni Evangelista (chiesa vecchia) e San Giovanni Paolo II (chiesa nuova) inginocchiati ai piedi della croce, diventa intercessore in questo tempo di pandemia e chiedi per te e per tutti il dono della conversione. Se ci stai imponi sul tuo capo, come gli abitanti di Ninive la cenere.

ore 21: S. Rosario

2 aprile:
15'anni fa moriva
San Giovanni Paolo II

Dalla Cappella del Policlinico Agostino Gemelli di Roma dedicata a san Giuseppe Moscati la preghiera la supplica a san Giovanni Paolo II.

Supplica a San Giovanni Paolo II

Mentre l’umanità è sconvolta da una pandemia di immani proporzioni ci rivolgiamo a te San Giovanni Paolo II che da questo luogo hai dato al mondo una luminosa testimonianza di come, con fede e fiducioso abbandono in Dio, si possono affrontare le prove e le malattie.

Tu che venticinque anni fa ci hai donato l’Evangelium vitae, aiutaci ad amare e servire ogni vita umana, a partire da quelle che sono più indifese, emarginate, sfruttate, scartate... e in particolare a prenderci cura, oggi, di quelle che per il contagio sperimentano la fragilità, l’isolamento e la morte.

Tu che tante volte e per lunghi giorni hai condiviso in questo ospedale il soffrire umano e ne hai illuminato il significato con la Salvifici doloris sostieni gli operatori sanitari in questo momento di gravoso e immenso sacrificio perché siano per tutti i malati segno di Gesù medico premuroso e salutare.

Tu che hai concluso i giorni della tua vita terrena abbracciato alla croce e senza più parole hai fatto risplendere sul tuo volto quello del Crocifisso fa che vivendo con fede questo tremendo calvario della pandemia, sappiamo contemplare, sorretti dalla Divina Misericordia, la luce del Risorto.

Tu che hai affidato la tua vita a Maria con il motto Totus tuus, insegnaci a camminare con lei, donna dei dolori e della speranza, perché imparando a stare sotto la croce non venga mai meno la certezza che lo Spirito Santo effuso dal suo Figlio Gesù farà nuove tutte le cose e che dopo i giorni della sofferenza verranno quelli della consolazione. Amen. 

+ Claudio, Vescovo

preghiere

Tempo per pregare Dio
e per intercedere

Testi di autori vari per vivi, malati e defunti.

Come San Carlo anche noi

Sono qui
ai tuoi piedi

Sono qui, ai tuoi piedi, Signore Gesù.
Ai piedi di quel crocifisso che San Carlo portò per le vie di Milano nei giorni della peste...

Preghiera di don Matteo Baraldo

27 marzo:
Francesco ci benedice

Papa Francesco, sotto la pioggia, è arrivato sul sagrato della Basilica di San Pietro, dove ha presieduto la preghiera speciale in tempo di pandemia. 
Vicino al cancello centrale della Basilica Vaticana sono stati collocati
 l'immagine della Salus Populi Romani e il Crocifisso “miracoloso” di San Marcello. 
Il Papa ha pronunciato la sua preghiera in un silenzio assordante. 
Come sottofondo alla sua voce, solo il battere della pioggia e il verso dei gabbiani. 

Tu, o Dio,
hai cura di noi

Svegliati Signore! Non lasciarci in balia della tempesta... Da questo colonnato che abbraccia Roma e il mondo scenda su di voi, come un abbraccio consolante, la benedizione di Dio.

Benedizione Eucaristica in Ospedale

25 e 26 Marzo: Don Angelo e Don Antonio portano la Benedizione del Signore nei reparti a tutti, malati, operatori sanitari e personale amministrativo.

ogni venerdì

Ogni Venerdì dalle 9 alle 11 in San Giovanni Paolo II: SS. Confessioni e Adorazione Eucaristica personale.